Home Calabria A Santa Maria del Cedro la manifestazione “L’Etrog e la Chanukkià simboli...

A Santa Maria del Cedro la manifestazione “L’Etrog e la Chanukkià simboli di un’identità”

94
0

SANTA MARIA DEL CEDRO :: 13/12/2022 :: Si terrà il 20 dicembre alle ore 16:00, presso il Museo del Cedro di Santa Maria del Cedro, la manifestazione “L’Etrog e la Chanukkià simboli di un’identità”, organizzata dal Consorzio del Cedro di Calabria, in collaborazione con l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, la Regione Calabria e il Comune di Santa Maria del Cedro, durante la quale si assisterà all’accensione della Chanukkià, in occasione della terza sera della Festa ebraica delle Luci, ed alla presentazione del libro “Il Cedro nella realtà e nel desiderio” di Franco Galiano, a cura del Consorzio del Cedro di Calabria (Gridei Edizioni); un’opera che punta ad essere, da un lato, il prosieguo del messaggio culturale sul Cedro lasciatoci dal compianto Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Roma, Elio Toaff, dall’altro, un approfondimento sul piano scientifico, grazie alle ricerche condotte da Leonardo Caputo, ricercatore presso il CNR-ISPA di Bari, e da Leonardo Di Donna, Prof. presso il Dip. di Chimica (UNICAL), entrambi presenti all’incontro.
La storia di Chanukkà coincide con la storia di un popolo che non si è mai arreso e che ha voluto affermare la propria identità, nonostante le difficoltà. Una festa importantissima, dunque, portatrice di molteplici significati e di valori che si intrecciano con la nostra storia e con il significato simbolico del Cedro. Grazie al dialogo ed al confronto interculturale vogliamo portare avanti un lavoro ventennale di approfondimento che possa consentirci di trovare nuovi stimoli e spunti per legare a doppio filo la Calabria con il mondo ebraico.
A testimonianza di una visione condivisa, e di un legame inscindibile tra la Calabria e le comunità ebraiche, saranno presenti all’incontro l’Assessore alle Politiche Agricole della Regione Calabria, Gianluca Gallo, il Sindaco di Santa Maria del Cedro, Ugo Vetere, il Presidente dell’Accademia Internazionale del Cedro, Franco Galiano, il Vicepresidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, Giulio Disegni, il Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Napoli, Cesare Moscati ed il referente per la Calabria della Comunità Ebraica di Napoli, Roque Pugliese, a cui sono grato, a nome dell’intera filiera cedricola, per l’affermazione dell’universalità del Cedro come elemento di internazionalizzazione dell’intera Calabria.
Modererà l’incontro il giornalista Paolo Di Giannantonio. Ad allietare la giornata il racconto musicale del Maestro Salvatore Cauteruccio, mentre il rifresco kasher, con dolci e aperitivo a base di Cedro sarà curato dagli studenti dell’I.P.S.S.E.O.A. di Praia a Mare, accompagnati dalla Dirigente Maria Cristina Rippa, presente al tavolo dei relatori.
Un tempo senza saperlo – ma oggi pienamente consapevoli di ciò – siamo diventati anche noi, grazie al nostro “frutto sacro”, portatori di un messaggio universale di pace e di speranza, valori imprescindibili per una armoniosa coesistenza tra i popoli che abitano il mondo.

Articolo precedenteQuelle viti abbracciate dai castelli in Valle d’Aosta
Articolo successivoMi’Ndujo e Casa Mastroianni presentano il PanTerrone