Home Calabria Torna l’XI edizione de La Guarimba Film Fest con 159 opere provenienti...

Torna l’XI edizione de La Guarimba Film Fest con 159 opere provenienti da 45 nazioni e un programma ricco di novità

218
0

AMANTEA :: 01/08/2023 :: Torna con un’edizione speciale La Guarimba Film Festival, il festival di cortometraggi che dal 7 al 12 agosto regalerà sei giorni di cinema sotto le stelle, tra proiezioni, concerti, laboratori per bambini e conferenze, tutto ad ingresso gratuito. Una comunità temporanea di registi, illustratori, animatori, musicisti e operatori culturali provenienti da ogni angolo del mondo, si riunirà ad Amantea (Cs) per celebrare insieme l’inizio della seconda decade del festival.

Tra le novità il cambio di location: La Guarimba verrà ospitata per la sua undicesima edizione dal Terrenito di Amantea, spazio culturale aperto e gestito dall’Associazione La Guarimba, rianimando così il paese senza cinema con un evento di respiro internazionale.

«La nostra diffidenza verso la classe politica locale non è mai stata un alibi per l’immobilità, ma tutto il contrario: là dove c’è abbandono e buio, La Guarimba porta luce e voglia di fare. In occasione dell’undicesima edizione non sarà diverso» dichiara Giulio Vita, fondatore e direttore artistico del festival. «Il Sindaco di Amantea ha provato ad ostacolarci, escludendoci dal programma estivo, ignorando tutte le nostre richieste di incontro, e non garantendo un luogo adatto per ospitare il festival. Tutto per motivazioni politiche, perché siamo stati critici con l’operato di questa amministrazione. Quindi risponderemo facendo il festival a casa nostra, stringendoci al Terrenito, e offrendo alla città un festival di cinema internazionale a ingresso libero, perché i governi passano ma La Guarimba rimane!».

L’undicesima edizione de La Guarimba International Film Festival è stata realizzata grazie al sostegno della Fondazione Calabria Film Commission e del Ministero della Cultura Italiano, dell’UNHCR, di GIPHY Artists, dell’Ambasciata del Canada, della Rappresentanza del Governo delle Fiandre in Italia, dell’Accademia d’Ungheria Roma, dell’Ambasciata dell’Israele, dell’Ambasciata della Germania, del Forum Austriaco di Cultura, dell’Istituto Polacco di Roma.

Il festival si svolgerà sotto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo, il Patrocinio del Senato della Repubblica, della Provincia di Cosenza e del Touring Club Italiano.

IL PROGRAMMA DELL’UNDICESIMA EDIZIONE

La seconda decade de La Guarimba Film Festival inizia con un programma coraggioso e dirompente. Dai 1246 cortometraggi ricevuti, la squadra di programmatori del festival ha composto una selezione di 159 opere da 45 nazioni che rappresentano tutti i continenti, tra le quali il 53% realizzate da donne. Con 20 Fiction, 20 Animazioni, 10 Documentari, 10 Videoclip, e 5 corti sperimentali nella categoria INSOMNIA, la selezione ufficiale parla italiano, quechua, farsi, francese, swahili, svedese, curdo, inglese, cantonese, spagnolo, arabo, tedesco, greco, irlandese, georgiano, e finlandese.

La giuria che assegnerà i premi delle categorie in competizione è composta dall’animatore e illustratore colombiano Santiago Pérez Rodríguez e dalle due animatrici ungheresi Zsuzsanna Kreif e Borcsa Zétényi.

Le proiezioni dei cortometraggi si svolgeranno ogni sera dalle 21:00 alle 23:45 all’aperto, al Terrenito di Via Mazzini, 32.

L’illustratore colombiano Santiago sarà anche ospite del programma Artists in Residency, e realizzerà un’opera muraria sulla facciata dell’ufficio guarimbero e del Terrenito.

La programmazione del festival aprirà con “Rebuilding Ukraine”, documentario prodotto da UNHCR che mostra il processo di aiuti umanitari per la ricostruzione degli edifici danneggiati in Ucraina durante i bombardamenti dell’esercito russo. Questo film costituirà un momento di riflessione per ricordarci che, nonostante la normalizzazione del conflitto, il popolo ucraino sta ancora subendo e soffrendo l’invasione russa, e la guerra è ancora in corso alle porte dell’Europa.

La grande novità tra i programmi speciali di quest’anno è la sezione di Porno Femminista, a cura dell’artista veneziana Benedetta Panisson, pensata per avviare una conversazione sul valore artistico della pornografia e sfidare gli stereotipi di un’industria tradizionalmente maschilista; con Storie dall’Iran sarà dato spazio ai registi che danno voce al proprio popolo nel regime; SuperLoop Giphy è un contest di GIF animate originali che verranno proiettate sul grande schermo di seguito, come un grande collage di corti di animazione sperimentali.

UN FESTIVAL A MISURA DI BAMBINO

Ci sarà spazio anche per proiezioni ed attività laboratoriali per bambini: La Grotta dei Piccoli è la sezione del festival dedicata al pubblico più giovane, in collaborazione con UNICEF Italia, diventata nel corso degli anni un vero e proprio punto di riferimento per gli amanti del cinema d’animazione. L’obiettivo principale è quello di stimolare la curiosità dei piccoli spettatori e immergerli in un programma ricco e variegato di storie e tecniche.

Sono 100 i cortometraggi di animazione selezionati provenienti da tutto il mondo e realizzati sia da registi affermati nel settore che da talenti emergenti, testimonianza dell’impegno costante del festival nella selezione dei film.

Anche quest’anno, dopo il grande successo dell’anno scorso, verrà riproposta la Giuria dei Piccoli, composta da bambini e ragazzi che parteciperanno alle proiezioni serali, votando i loro film preferiti e decretando il cortometraggio vincitore.

Oltre alle proiezioni, ci saranno anche una serie di attività pomeridiane, tra cui laboratori creativi che ruotano attorno al tema della comunicazione, che permetteranno ai giovani spettatori di esprimere la propria creatività e riflettere sulle diverse modalità di raccontare una storia attraverso l’arte visiva. Inoltre, verrà dedicato un incontro Cineforum, uno spazio di confronto e di scambio di idee in cui i bambini e i ragazzi potranno esprimere le proprie opinioni e approfondire i cortometraggi visionati.

TRA COLONNE SONORE E MUSICA CARAIBICA

L’Orchestra di Fiati Mediterranea Città di Amantea si esibirà nel tradizionale concerto di apertura del festival con un tributo al compositore italo americano Henry Mancini, confermando la propria partecipazione per l’undicesimo anno consecutivo.  

La notte dell’11 agosto, in spiaggia, dopo la proiezione dei film di Porno Femminista, sarà allestito un DJ set caraibico dell’artista colombiana Guayaba, che unirà suoni afro-caraibici, cumbia, champeta, salsa e guaracha contaminati da ritmi elettronici, psichedelici e selvaggi provenienti da molteplici scene underground.

LA MOSTRA DI ILLUSTRAZIONE ARTISTS FOR LA GUARIMBA

Come nelle scorse edizioni, 15 illustratori internazionali, provenienti dai cinque continenti, saranno invitati a realizzare una loro versione del poster del festival per la mostra Artists For La Guarimba curata da Valeria Weerasinghe, interpretandolo nel loro stile e nella loro lingua. Le locandine saranno esposte al pubblico in uno spazio dedicato, in prossimità dell’accesso della platea, oltre che in una galleria online.

Gli artisti partecipanti dell’undicesima edizione:

Mikel Murillo (Spagna, autore della locandina ufficiale), Carlos Luis Sánchez Becerra (Venezuela), Matteo Dang (Italia), Kelly Schiesswohl (Stati Uniti), Margaux Bigou (Tahiti), Vishnu M Nair (India), Sacha Beeley (Regno Unito), Ngadi Smart (Sierra Leone), Des Skordillis (Australia), Santiago Pérez (Colombia), Antonella Pastén (Cile), Yaka Hara (Giappone), Khoren Matevosyan (Armenia), Liana Raberanto (Madagascar) e Mikkel Sommer (Danimarca).

CONFERENZE E LABORATORI

La Guarimba è anche formazione: ci sarà spazio per momenti di incontro, dove verranno offerti laboratori basati su metodologie educative non formali per gli ospiti del festival, e conferenze rivolte all’industria.

Il 9 agosto il Lido Azzurro di Amantea ospiterà le conferenze per l’industria

–  Subtitles as a Filmmaker Tool. Un incontro in cui sarà illustrato il ruolo fondamentale del processo di traduzione e sottotitolazione bilingue dei film, come strumento di accessibilità e impatto sociale. Relatrice: Marta Miquel Iriarte (P.h.D. in Traduzione Audiovisiva, Coordinatrice di Sottotitoli per La Guarimba).

– Media Desk Italia: le voci calabresi. Un incontro con quattro professionisti dell’industria cinematografica calabrese, per raccontare le loro esperienze e confrontarsi su nuove idee, sinergie e iniziative da intraprendere. Relatori: Luca Marino (produttore della società Indaco Film), Saverio Tavano (Lighthouse films), Alessandro Gordano (produttore della società Lago Film), Matteo Russo (regista e direttore artistico del Calabria Movie International Short Film Festival). Moderatore: Andrea Coluccia (Creative Europe Desk Italy Media).

– Creativity Pioneers. Una conferenza sulla creatività e l’innovazione come strumenti di cambiamento sociale e culturale, dove verranno presentati i progetti italiani nominati dal Creativity Pioneers Fund e saranno discusse pratiche innovative nell’ambito della progettazione culturale italiana. Relatore: Adama Sanneh di Moleskine Foundation.

La mattina del 10 agosto al Terrenito, si svolgerà il laboratorio “Creating Loop x GIPHY”, organizzato in collaborazione con GIPHY Artists. Rivolto agli animatori di tutti i livelli, si svolgerà come una jam session aperta e creativa, mirata alla produzione di video animati in formato GIF e alla familiarizzazione degli strumenti della piattaforma GIPHY Arts.

UN FESTIVAL SOSTENIBILE

Attraverso il progetto di sostenibilità Cambur, La Guarimba mira a minimizzare l’impatto ambientale dell’evento, eliminando l’uso di plastica monouso, utilizzando materiale riutilizzabile o compostabile durante i pranzi sociali e le attività, e promuovendo iniziative di sensibilizzazione ecologica:

La pulizia della spiaggia di Amantea. La mattina del 7 agosto la squadra e gli ospiti si riuniranno per ripulire un tratto della spiaggia di Amantea. Oltre che a contribuire a cementificare il senso di comunità, questa pratica aiuta a riflettere sullo stato di abbandono dell’ambiente naturale in cui viviamo. Dopo averli raccolti, i rifiuti vengono separati correttamente e pesati, restituendo una spiaggia più pulita e vivibile e mostrando alla comunità il risultato del lavoro collettivo.

Programma Cambur. Cinque cortometraggi animati de La Grotta dei Piccoli sono dedicati a temi ambientalisti, in uno stile e in un linguaggio adatto a tutte le età, ma indirizzati ai bambini per aiutarli a sviluppare una piena consapevolezza delle questioni che riguardano il mondo attraverso il cinema.