Home Cultura Il Festival Zampognarea: canti e suoni del Natale nella tradizione siciliana per...

Il Festival Zampognarea: canti e suoni del Natale nella tradizione siciliana per la città di Catania

210
0

CATANIA :: 09/12/2021 :: Presentato nelle sale della storica Legatoria Prampolini il programma della XVII Edizione del Festival “Zampognarea – Il mondo delle zampogne tra uomini e suoni”, che si svolgerà a Catania dall’8 dicembre 2021 al 6 gennaio 2022, tra concerti, workshop e laboratori, che faranno tappa in molteplici siti della città.

Organizzata dalle associazioni Darshan e Areasud, con la direzione artistica di Maurizio Cuzzocrea, la kermesse mira alla diffusione del patrimonio musicale tradizionale e prevede un ricco calendario di eventi e la mostra partecipata “Percorsi sonori, narrativi e tattili nel mondo delle zampogne” nella Chiesa monumentale di San Nicolò l’Arena.

Nelle prossime date appuntamenti sonori con concerti che vedono protagonisti musicisti europei e italiani tra cui l’orchestra internazionale “Nufolk Globan Connections Orchestra” (13 dicembre ore 21,00 – Zo Centro Culture Contemporanee), il quartetto appenninico “Enerbia – musiche tradizionali del Natale nelle Quattro Province” (14 dicembre ore 19.30 – Chiesa di Sant’Anna) e il Quartetto Areasud con “Di zampogne, novene e pastorali” (18 dicembre ore 18.00 – Chiesa San Nicolò l’Arena) a cui seguiranno altre date fino alla chiusura del 6 gennaio.

Non mancheranno i momenti dedicati ai più piccoli come il laboratorio di liuteria “Chi fa suonare i giocattoli?” che si terrà il 20 e 21 dicembre dalle ore 16.30 al Parco Villa del Grado, Corso Italia, 209, all’interno del Festival di Arti e Mestieri “Artieri – Mercato Creativo”; il 3 gennaio “Una famiglia zampognara – Racconti, suoni, storie di zampogne per grandi e piccini” in collaborazione con Kids Trip (ore 17.00 – Chiesa di Sant’Anna); il 4 gennaio sarà il momento del laboratorio di liuteria creativa per bambini “La mia prima zampogna” (ore 16.30 – Legatoria Prampolini).

“Se nel 2020 ci siamo dovuti inventare una novena di Natale sui social media, quest’anno finalmente torniamo ad ascoltare dal vivo i suoni dei nostri strumenti, – ha dichiarato il direttore artistico Maurizio Cuzzocrea – con un’edizione particolarmente ricca e che punta sui più giovani per fare conoscere la ricchezza del patrimonio di culture e saperi che trova nella zampogna la sua perfetta sintesi”.

Zampognarea fa parte di Italiafestival, la più importante associazione di festival di spettacolo dal vivo italiani e nella quale Areasud è stata ammessa come coordinatrice della rete di festival siciliani, prodotti insieme ad altre associazioni.

“Grazie all’attenzione del nostro pubblico e di tutti gli operatori del settore, i festival e gli eventi della musica e dello spettacolo dal vivo si dimostrano un luogo sicuro e attento alla salute e alla cultura degli italiani e dei tanti turisti che visitano le nostre città”, dichiara il presidente di Italiafestival, Francesco Maria Perrotta. “Esperienze come Zampognarea rappresentano una grande occasione per dimostrare quanto la collaborazione e la capacità di fare rete tra pubblico e privato sono gli strumenti per affrontare le sfide che attendono il mondo dei festival”.

L’evento è organizzato con il patrocinio e il contributo della Comunità Europea – Creative Europe, del Ministero della Cultura, della Regione Siciliana, dell’Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo, dell’Assessorato Beni Culturali e Identità Siciliana, del Parco Archeologico e Paesaggistico di Catania e della Valle dell’Aci Comune di Catania – Assessorato alla Cultura. Numerosi i partner del festival, nazionali e internazionali: Italiafestival, ZO Centro culture contemporaneee, European Folk Network, Contrappunto Festival, Artieri Mercato Creativo, Legatoria Prampolini e Kids Trip.

Articolo precedenteNatale in Co.Ro ed è subito luce, festa e tradizione
Articolo successivoLamezia Comics & CO torna in una “Hybrid Edition” dal 10 al 12 dicembre