Home Calabria Francesco Baccini in concerto il 2 maggio a Paola per San Francesco

Francesco Baccini in concerto il 2 maggio a Paola per San Francesco

110
0

PAOLA :: 16/04/2022 :: Sarà il concerto di Francesco Baccini con la sua band l’evento musicale clou delle Festività di San Francesco volute e predisposte dall’Amministrazione Comunale di Paola per il prossimo 2 maggio. Il concerto si terrà ad ingresso gratuito nella storica cornice di Piazza IV Novembre con inizio alle ore 21.30.

La scelta dell’artista è stata dello stesso sindaco di Paola, avvocato Roberto Perrotta che, confermando l’appuntamento, ne ha spiegato le ragioni: “Ho voluto questo grande cantautore della scuola genovese, oltre che per la sua bravura e i suoi numerosi successi, anche per il forte legame che lo lega al nostro Santo. Il suo nome, infatti, è proprio in onore di San Francesco di Paola, per il quale nella sua famiglia c’era una sincera e profonda devozione. Nella mattinata del 2 maggio, visiteremo insieme il Santuario, come da suo desiderio. Voglio ringraziarlo personalmente, sia da suo estimatore, sia perché è un naturale e autentico testimonial del nostro amato San Francesco, venerato in tutto il mondo”.

L’assessore alla Cultura Grazia Surace ha voluto, dal canto suo, sottolineare “lo spessore artistico e musicale di Francesco Baccini, cantautore e pianista di livello assoluto che, durante la sua carriera ha avuto modo di confrontarsi con alcuni dei più grandi artisti del mondo della musica, addirittura duettando col grande Fabrizio De André”.

Nato a Genova il 4 ottobre 1960, Francesco Baccini ha studiato pianoforte e si è appassionato di musica. Nel 1989 ha pubblicato il suo primo album, Cartoons, vincendo la Targa Tenco per la migliore opera prima. Nello stesso anno vince anche “Un disco per l’estate” con il brano “Figlio unico”. Il successo di critica straordinario lo porta subito a pubblicare un nuovo album. Ed è proprio nel 1990 che arriva uno dei suoi più grandi successi, Sotto questo sole, brano cantato con Paolo Belli e i Ladri di Biciclette, con cui vince il Festivalbar. Nel 2005 Baccini, insieme a Dolcenera, ha preso parte al reality show Music Farm. Nel 2006 partecipa al Festival di Sanremo, per duettare con l’amico Povia sulle note di “Vorrei avere il becco”.

Tra i suoi brani più noti, frutto della fusione tra la sua vena artistica, una innata dose di ironia e il suo impegno sociale da autentico intellettuale della musica d’autore italiana, ci sono successi senza tempo come “Le donne di Modena”, “Giulio Andreotti” e “Renato Curcio”, tratti dall’album “Nomi e cognomi” del 1992. Ed ancora “Ho voglia di innamorarmi”, una delle sue canzoni più famose, pubblicata con un libro dallo stesso titolo edito da Bompiani, in cui affida alla scrittura la meditazione e le storie dei suoi primi anni di vita e di musica. Nel 1994 esce il singolo “Lei sta con te”, una rivisitazione reggae del brano portato al successo nel 1964 da Bruno Lauzi. Nel 1996 esce il nuovo album “Baccini a colori”, dopo del quale si presenta al Festival di Saremo ’97 con il brano “Senza tù“. Tra le collaborazioni degli ultimi anni quella con Sergio Caputo e la partecipazione ad alcuni films, tra cui “Credo in un solo padre”, in cui interpreta il ruolo di Donato. Il film parla di violenza sulle donne e al suo fianco recitano Massimo Bonetti e Flavio Bucci. Baccini è anche l’autore della sua colonna sonora. Il 2019 è l’anno dei 30 anni di carriera, che festeggia con oltre 70 concerti in giro per l’Italia e un enorme successo di pubblico.

Per chi ama la buona musica d’autore italiana l’appuntamento è per lunedì 2 maggio in Piazza IV Novembre di Paola, lo splendido centro turistico sul Tirreno cosentino e, magari, con una visita nel maestoso Santuario che domina e si affaccia sulla Città.

Con Baccini si apre l’estate calabrese dei concerti e si tornano a vivere le emozioni della grande musica dal vivo all’aperto, dopo un periodo di divieti e limitazioni. L’evento è predisposto per il Comune di Paola dal promoter Ruggero Pegna, che torna a Paola dopo diversi eventi organizzati per questa ricorrenza, dall’indimenticabile megaconcerto dei Pooh sul lungomare a quello di Paolo Belli, fino alla produzione live e televisiva del colossal musicale Francesco de Paula, composto da Francesco Perri, direttore del Conservatorio di Cosenza.

Articolo precedenteIl modello di Colleferro e la promozione dell’economia dello spazio
Articolo successivoTorna a Rimini Macfrut, il Salone dell’Ortofrutta