Giuseppe Lanzillotta

Lo chef Lanzillotta sposa le alici con il bergamotto di Reggio Calabria

È tra le nuove leve dell’eccellenza culinaria calabrese e nonostante i suoi 23 anni, può già annoverare, nel suo folto curriculum, un diploma presso l’accademia di alta formazione dello chef stellato, Niko Romito. Stiamo parlando di Giuseppe Lanzillotta, founder de “L’Etoile restaurant” di Fuscaldo (Cs). Una giovane promessa, che è già una certezza, grazie anche e soprattutto al suo dinamismo, alla sua fantasia tra i fornelli e ad una entusiasmante voglia di mettersi in gioco, che è una riconosciuta caratteristica di una famiglia di ristoratori d’alta cucina, impegnati ormai da 30 anni in quello che è un settore in continua evoluzione.
Vi è, però, un tratto distintivo, che anima la passione dello chef Lanzillotta: la valorizzazione dei prodotti tipici della Calabria, che sono patrimonio inestimabile di un patrimonio ancor più imponente, che è la dieta Mediterranea.
E tra le sue ultime creazioni, non poteva mancare un piatto capace di amalgamare, a sé, i sapori ed i profumi di una tradizione gastronomica ricca di bontà e fioriera di prodotti, portatori di valori nutrizionali indispensabile per una buona e sana alimentazione, che è, ancor più, sinonimo di buona salute. Il piatto in questione è lo spaghetto con le alici di Fuscaldo ed il bergamotto di Reggio Calabria. Una pietanza, che ben si adatta all’armonia gastronomica di una terra, che fa dell’arte culinaria un punto di forza ed una vetrina che si apre al mondo.
La nuova creazione, va altresì ad unire due prodotti tipici e caratteristici, come, appunto, le alici di Fuscaldo ed il bergamotto di Reggio Calabria, protagonisti di un rilancio turistico, che ha preso forma nell’organizzazione di due eventi di spessore, ormai proiettati a livello internazionale, come il “Fuscaldo: alici in Festival” (ideato e creato dall’architetto Gianfranco Ramundo, attuale sindaco di Fuscaldo e consigliere provinciale di Cosenza) ed il BergaFest, dell’Accademia del Bergamotto, di cui è presidente Vittorio Caminiti, noto imprenditore del settore alberghiero.
Un mix vincente, dunque, che lo chef Giuseppe Lanzillotta ha saputo sintetizzare in una pietanza sicuramente da assaporare e da provare, che è comunque un’ulteriore tappa di un percorso professionale iniziato con il piede giusto e ben ancorato ad una terra, che offre mille potenzialità e certamente più luci che ombre.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *